Economia e Fisco

Fisco, imposte: erogazioni liberali, omaggi natalizi

In occasione delle feste natalizie, i datori di lavoro solitamente corrispondono degli incentivi ai loro dipendenti, sotto forma di regali o come somme di denaro. Quali sono le modalità di individuazione del valore delle prestazioni in natura? Quali sono le condizioni necessarie affinché le erogazioni liberali possano ritenersi esenti da imposte sul reddito del prestatore? Gli omaggi ai dipendenti sono deducibili ai fini Irpef/Ires e Irap?

Eco-bonus, eco-incentivi 2010

Incentivi Governo 2010: risparmio e requisiti del decreto bonus

 

Il Governo ha varato gli eco-incentivi 2010 stanziando 300 milioni di Euro perrilanciare settori in crisi e agevolare l’efficienza energetica.

Il Bonus sarà ripartito tra immobili ad alta efficienza energetica (60 milioni), cucine (60 milioni), edilizia (40 milioni), macchine agricole (20 milioni di euro), efficienza energetica industriale (10 milioni di euro).

Mentre la passata normativa non prevede meccanismi di sgravi fiscali come in precedenti campagne d’incentivazione, il bonus davvero esiguo, di gran lunga inferiore a quelli dello scorso anno destinati per la maggior parte al settore delle auto, sarà erogato fino ad esaurimento delle somme stanziate per ciascun settore.

Come il fisco tratta i regali aziendali

Il trattamento fiscale dei doni natalizi fatti dalle imprese


Che Natale sia tempo di regali è ovvio per tutti, ma quando il regalo viene fatto da un’azienda le cose cambiano un po’. Il problema delle imprese non è tanto cosa regalare, ma come i regali siano trattati dal fisco.
In genere il regalo consiste in cesti natalizi, in piccoli omaggi che portano il nome e l’emblema dell’azienda come nel caso di penne, calendari, agende e simili.
Ecco una breve sintesi del trattamento fiscale di questi doni.

Incentivi detrazione 55%. Chi e cosa.

Chi puo' usufruire degli incentivi? Su cosa è possibile detrarre il 55%?

 

Chi può fruire degli incentivi?
I beneficiari delle detrazioni e gli incentivi per la riqualificazione energetica, sono tutti i contribuenti, persone fisiche, professionisti, società e imprese che sostengono spese per l'esecuzione degli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, posseduti o detenuti.

55% Detrazione Agenzia Entrate

Provvedimento del Direttore Agenzia Entrate 6 maggio 2009 Protocollo n. 57639

 

Approvazione del modello di comunicazione per lavori concernenti interventi di riqualificazione energetica che proseguono oltre il periodo d’imposta nonché delle modalità di comunicazione all’Agenzia delle entrate dei dati in possesso dell’ENEA.
IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento,

Seguici su Facebook